martedì 28 giugno 2022

Luigi de Magistris a Puianello di Quattro Castella e a Reggio Emilia

Belle suggestioni quelle lanciate ieri da Luigi de Magistris nei due incontri di Puianello nel pomeriggio e a Reggio Emilia in serata.
Attraverso il suo libro ha raccontato l'esperienza di sindaco di una grande città come quella di Napoli portata avanti avendo come riferimento l'attuazione della Costituzione e come prassi amministrativa la partecipazione, i diritti di cittadinanza, i beni comuni e la giustizia sociale. Non è un caso che Napoli sia l'unica grande città italiana ad aver ripubblicizzato l'acqua attuando il referendum sui beni comuni del 2011.
Un'esperienza che per 10 anni è stata sostenuta da una coalizione di reti civiche e dei partiti della sinistra e che ha messo all'opposizione centrosinistra e destre, quelli che oggi stanno tutti assieme a sostegno di Draghi, compresa la finta opposizione della Meloni.
Il suo contributo nella costruzione di un'alternativa nazionale da proporre ed articolare assieme ad un elettorato sempre più ampio, che chiede contenuti diversi e che oggi non ha alcuna rappresenza politica tanto a livello nazionale, e spesso anche a livello locale, può essere molto importante.
Hanno dialogato con de Magistris, a Puianello, il sindaco di Quattro Castella Alberto Olmi, che ha dato il benvenuto a de Magistris, Barbara Castiglioni che ha coordinato la presentazione, Natale Cuccurese consigliere comunale per Sinistra Unita e Maurizio Gambarelli che ha fatto gli onori di casa. Presenti in sala amministratori del territorio, associazioni e cittadini.
A Reggio Emilia Elia Minari ha condotto la serata attraverso gli articoli della Costituzione, il consigliere comunale Dario De Lucia e l’assessora di Rubiera Chiara Albanese che han contribuito al dialogo con la loro esperienza di amministratori.
Anche in questo caso nutrita presenza fra il pubblico di amministratori locali, rappresentanti di associazioni, partiti e tanti cittadini. Da rimarcare la presenza ai due incontri di Enrico Panini, già assessore e vicesindaco di Napoli durante l’Amministrazione de Magistris, che ha contributo alle presentazioni con preziosi ricordi e considerazioni personali.

Una bella esperienza emiliana che ha sicuramente arricchito i partecipanti aumentando in tutti i presenti la consapevolezza che insieme si può e si deve andare senza paura in “direzione ostinata e contraria” per cambiare lo stato attuale delle cose. 





















Leggi tutto »
Belle suggestioni quelle lanciate ieri da Luigi de Magistris nei due incontri di Puianello nel pomeriggio e a Reggio Emilia in serata.
Attraverso il suo libro ha raccontato l'esperienza di sindaco di una grande città come quella di Napoli portata avanti avendo come riferimento l'attuazione della Costituzione e come prassi amministrativa la partecipazione, i diritti di cittadinanza, i beni comuni e la giustizia sociale. Non è un caso che Napoli sia l'unica grande città italiana ad aver ripubblicizzato l'acqua attuando il referendum sui beni comuni del 2011.
Un'esperienza che per 10 anni è stata sostenuta da una coalizione di reti civiche e dei partiti della sinistra e che ha messo all'opposizione centrosinistra e destre, quelli che oggi stanno tutti assieme a sostegno di Draghi, compresa la finta opposizione della Meloni.
Il suo contributo nella costruzione di un'alternativa nazionale da proporre ed articolare assieme ad un elettorato sempre più ampio, che chiede contenuti diversi e che oggi non ha alcuna rappresenza politica tanto a livello nazionale, e spesso anche a livello locale, può essere molto importante.
Hanno dialogato con de Magistris, a Puianello, il sindaco di Quattro Castella Alberto Olmi, che ha dato il benvenuto a de Magistris, Barbara Castiglioni che ha coordinato la presentazione, Natale Cuccurese consigliere comunale per Sinistra Unita e Maurizio Gambarelli che ha fatto gli onori di casa. Presenti in sala amministratori del territorio, associazioni e cittadini.
A Reggio Emilia Elia Minari ha condotto la serata attraverso gli articoli della Costituzione, il consigliere comunale Dario De Lucia e l’assessora di Rubiera Chiara Albanese che han contribuito al dialogo con la loro esperienza di amministratori.
Anche in questo caso nutrita presenza fra il pubblico di amministratori locali, rappresentanti di associazioni, partiti e tanti cittadini. Da rimarcare la presenza ai due incontri di Enrico Panini, già assessore e vicesindaco di Napoli durante l’Amministrazione de Magistris, che ha contributo alle presentazioni con preziosi ricordi e considerazioni personali.

Una bella esperienza emiliana che ha sicuramente arricchito i partecipanti aumentando in tutti i presenti la consapevolezza che insieme si può e si deve andare senza paura in “direzione ostinata e contraria” per cambiare lo stato attuale delle cose. 





















domenica 26 giugno 2022

Luigi de Magistris a Puianello di Quattro Castella e a Reggio Emilia lunedì 27 giugno per presentare il suo libro fotoracconto della più lunga consigliatura di Napoli, terza città d’Italia.

 


▶ alle ore 17.00 del 27 giugno saremo al Cinema Eden di Puianello. Si confronteranno con l’autore e con il pubblico Barbara Castiglioni, con il Presidente nazionale del Partito del Sud e consigliere comunale di Quattro Castella Natale Cuccurese e Maurizio Gambarelli;
▶ alle ore 21.00 saremo alla libreria Punto Einaudi di Via Monzermone 3/d, ed utilizzando lo spazio messo a disposizione da Rebell, de Magistris parlerà dei tratti salienti dalla propria esperienza politico-istituzionale, dialogherà con il consigliere comunale Dario De Lucia, Chiara Albanese ed Elia Minari e si confronterà con quanti saranno presenti fra il pubblico.
Per partecipare agli eventi: presentazionedemagistris@gmail.com
----------------
Gli appuntamenti di Puianello di Quattro Castella e di Reggio Emilia, che sono inseriti nel ricco calendario di presentazioni che ha preso il via nei primi giorni di maggio e che sta toccando le più importanti città del nostro Paese, sono organizzati e promossi dalla nostra Casa editrice e saranno l’occasione, grazie ad autorevoli presenze che si confronteranno con Luigi de Magistris, per una discussione più generale che, a partire dall’esperienza amministrativa napoletana, si rivolge ai temi di una necessaria agenda politica nazionale: dalla pace al lavoro, dalla lotta alla criminalità all’ambiente, dall’acqua pubblica come hanno voluto i cittadini con un netto pronunciamento referendario alla difesa della scuola pubblica.
“Attraverso Napoli, 10 anni di passione” è un libro di foto e storie che raccontano alcuni dei momenti caratterizzanti gli oltre 10 anni che hanno accompagnato il mandato dell’ex sindaco di Napoli. Con la prefazione di Valeria Parrella, i 51 racconti scorrono nelle 160 pagine accompagnati dalle 85 fotografie di Velia Cammarano, Gigi Valentino ed Alessandro Capuozzo.
Il libro è pubblicato dalla Casa editrice “Marotta&Cafiero”, una realtà molto importante nel panorama editoriale nazionale che abbiamo voluto intitolare ad Antonio Landieri, vittima innocente di camorra, un ragazzo disabile di 25 anni ucciso per errore a Scampia.

.


Leggi tutto »

 


▶ alle ore 17.00 del 27 giugno saremo al Cinema Eden di Puianello. Si confronteranno con l’autore e con il pubblico Barbara Castiglioni, con il Presidente nazionale del Partito del Sud e consigliere comunale di Quattro Castella Natale Cuccurese e Maurizio Gambarelli;
▶ alle ore 21.00 saremo alla libreria Punto Einaudi di Via Monzermone 3/d, ed utilizzando lo spazio messo a disposizione da Rebell, de Magistris parlerà dei tratti salienti dalla propria esperienza politico-istituzionale, dialogherà con il consigliere comunale Dario De Lucia, Chiara Albanese ed Elia Minari e si confronterà con quanti saranno presenti fra il pubblico.
Per partecipare agli eventi: presentazionedemagistris@gmail.com
----------------
Gli appuntamenti di Puianello di Quattro Castella e di Reggio Emilia, che sono inseriti nel ricco calendario di presentazioni che ha preso il via nei primi giorni di maggio e che sta toccando le più importanti città del nostro Paese, sono organizzati e promossi dalla nostra Casa editrice e saranno l’occasione, grazie ad autorevoli presenze che si confronteranno con Luigi de Magistris, per una discussione più generale che, a partire dall’esperienza amministrativa napoletana, si rivolge ai temi di una necessaria agenda politica nazionale: dalla pace al lavoro, dalla lotta alla criminalità all’ambiente, dall’acqua pubblica come hanno voluto i cittadini con un netto pronunciamento referendario alla difesa della scuola pubblica.
“Attraverso Napoli, 10 anni di passione” è un libro di foto e storie che raccontano alcuni dei momenti caratterizzanti gli oltre 10 anni che hanno accompagnato il mandato dell’ex sindaco di Napoli. Con la prefazione di Valeria Parrella, i 51 racconti scorrono nelle 160 pagine accompagnati dalle 85 fotografie di Velia Cammarano, Gigi Valentino ed Alessandro Capuozzo.
Il libro è pubblicato dalla Casa editrice “Marotta&Cafiero”, una realtà molto importante nel panorama editoriale nazionale che abbiamo voluto intitolare ad Antonio Landieri, vittima innocente di camorra, un ragazzo disabile di 25 anni ucciso per errore a Scampia.

.


sabato 25 giugno 2022

Natale Cuccurese: “Le prossime elezioni incombono e l’asse del Nord vuole mostrare agli elettori plaudenti la testa mozzata della colonia Sud”




Mercoledì 22 giugno si è tenuto a Roma un vertice tra i Presidenti delle Regioni colonizzatrici Veneto, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna e Toscana e la Ministra per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini per la condivisione definitiva della bozza di legge quadro sull’autonomia differenziata, il cui obiettivo strategico consta nel mettere in cassaforte il bottino frutto dei reiterati scippi perpetrati a Costituzione rovesciata ai danni della colonia Sud, grazie alla legittimazione definitiva del “piede di porco” della spesa storica.  

Di recente, sul tema è intervenuto il Presidente del Sud Natale Cuccurese, che, tramite i canali social, ha denunciato: “Il vertice di ieri fra ‘governatori’ leghisti e proto-leghisti delle sole regioni del Nord somiglia più ad una seduta segreta di una loggia massonica che ad un consesso democratico. Il popolino non deve sapere e infatti nessuna forza politica presente nel Parlamento commissariato reagisce e mette un argine a questo esproprio di democrazia. Se la cantano e se la suonano da soli, esautorando il Parlamento, le Regioni meridionali, i cittadini”.

Ovviamente – ha proseguito Cuccurese – vista la situazione guai parlare di barricate da Sud o di secessione, quello può farlo e minacciarlo solo la Padania, i meridionali non hanno neanche più il diritto di protestare, peggio ancora di lamentarsi. Tanto sui media nazionali non hanno voce. I governatori del Nord fanno esclusivamente i fatti loro e cercano le ‘condizioni per fare presto’ e in silenzio questo esproprio di democrazia e di futuro ai danni di tutto il Paese insieme alla ministra Gelmini, grande amica della ministra del Sud (?) Carfagna, che, infatti, colpevolmente tace”.

Le prossime elezioni – ha concluso Cuccurese – incombono, dal palco bisogna mostrare agli elettori plaudenti la testa mozzata del Sud”.

Fonte: Vesuvianonews-articolo di Salvatore Lucchese


.

Leggi tutto »




Mercoledì 22 giugno si è tenuto a Roma un vertice tra i Presidenti delle Regioni colonizzatrici Veneto, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna e Toscana e la Ministra per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini per la condivisione definitiva della bozza di legge quadro sull’autonomia differenziata, il cui obiettivo strategico consta nel mettere in cassaforte il bottino frutto dei reiterati scippi perpetrati a Costituzione rovesciata ai danni della colonia Sud, grazie alla legittimazione definitiva del “piede di porco” della spesa storica.  

Di recente, sul tema è intervenuto il Presidente del Sud Natale Cuccurese, che, tramite i canali social, ha denunciato: “Il vertice di ieri fra ‘governatori’ leghisti e proto-leghisti delle sole regioni del Nord somiglia più ad una seduta segreta di una loggia massonica che ad un consesso democratico. Il popolino non deve sapere e infatti nessuna forza politica presente nel Parlamento commissariato reagisce e mette un argine a questo esproprio di democrazia. Se la cantano e se la suonano da soli, esautorando il Parlamento, le Regioni meridionali, i cittadini”.

Ovviamente – ha proseguito Cuccurese – vista la situazione guai parlare di barricate da Sud o di secessione, quello può farlo e minacciarlo solo la Padania, i meridionali non hanno neanche più il diritto di protestare, peggio ancora di lamentarsi. Tanto sui media nazionali non hanno voce. I governatori del Nord fanno esclusivamente i fatti loro e cercano le ‘condizioni per fare presto’ e in silenzio questo esproprio di democrazia e di futuro ai danni di tutto il Paese insieme alla ministra Gelmini, grande amica della ministra del Sud (?) Carfagna, che, infatti, colpevolmente tace”.

Le prossime elezioni – ha concluso Cuccurese – incombono, dal palco bisogna mostrare agli elettori plaudenti la testa mozzata del Sud”.

Fonte: Vesuvianonews-articolo di Salvatore Lucchese


.

martedì 21 giugno 2022

NO AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

 



Di Antonio Luongo

Sembra ieri, quando ad ottobre scorso, chiedemmo invano che il neo sindaco di Napoli prendesse una posizione netta e chiara contro l'AUTONOMIA DIFFERENZIATA.
Una posizione "politica", laddove l'impianto normativo caldeggiato dai leghisti e protoleghisti non fa altro che fotografare le differenze tra #Nord e #Sud e su quella base condanna i territori deboli a sprofondare, ma soprattutto territoriale perché un primo cittadino non può esimersi dal rappresentare i suoi concittadini. Non può evitare di difenderli se attaccati.
Eppure non è successo.
Napoli è rimasta alla finestra in attesa dell'elemosina governativa.
Un'elemosina con interessi altissimi, tra l'altro e
il "patto per Napoli" è diventato il "PACCO PER NAPOLI"
In questi mesi, nell'inerzia generale dei rappresentanti di comuni e regioni meridionali, la lobby del Nord non è stata a guardare. Ha lavorato dietro le quinte, facendo pressioni, richieste.
Così d'improvviso, ma non senza preavviso per chi come noi si rifiuta di fare lo struzzo e mettere la testa sotto ls sabbia, la Gelmini accelera il DDL per la SECESSIONE DEI RICCHI . Eppure al di là dei rischi intrinseci di un provvedimento che si tradurrà in tagli indiscriminati per il Sud, la manovra è un attacco mascherato all'unità di Italia. Se così non fosse, sapete dirmi dove sono i finiti i #LEP, livelli essenziali di prestazioni, ancora essenziale di equità sociale e territoriale in un sistema federalista, come quello proposto?
Tra federalismo è colonialismo la differenza è proprio nei lep, mai implementati e oggi addirittura spariti dal dibattito.
Noi come Partito del Sud diciamo NO all'autonomia differenziata e ci contrapporremo a questa legge criminale, anche andando contro all'intero arco parlamentare!
Ne va del futuro dei cittadini meridionali.
LA NUOVA QUESTIONE MERIDIONALE ESISTE E QUESTA NON È UNA STERILE RIVENDICAZIONE...come affermò Draghi il 30 marzo scorso.
Ora stanno passando dalle parole ai fatti. Fermiamoli!




.



Leggi tutto »

 



Di Antonio Luongo

Sembra ieri, quando ad ottobre scorso, chiedemmo invano che il neo sindaco di Napoli prendesse una posizione netta e chiara contro l'AUTONOMIA DIFFERENZIATA.
Una posizione "politica", laddove l'impianto normativo caldeggiato dai leghisti e protoleghisti non fa altro che fotografare le differenze tra #Nord e #Sud e su quella base condanna i territori deboli a sprofondare, ma soprattutto territoriale perché un primo cittadino non può esimersi dal rappresentare i suoi concittadini. Non può evitare di difenderli se attaccati.
Eppure non è successo.
Napoli è rimasta alla finestra in attesa dell'elemosina governativa.
Un'elemosina con interessi altissimi, tra l'altro e
il "patto per Napoli" è diventato il "PACCO PER NAPOLI"
In questi mesi, nell'inerzia generale dei rappresentanti di comuni e regioni meridionali, la lobby del Nord non è stata a guardare. Ha lavorato dietro le quinte, facendo pressioni, richieste.
Così d'improvviso, ma non senza preavviso per chi come noi si rifiuta di fare lo struzzo e mettere la testa sotto ls sabbia, la Gelmini accelera il DDL per la SECESSIONE DEI RICCHI . Eppure al di là dei rischi intrinseci di un provvedimento che si tradurrà in tagli indiscriminati per il Sud, la manovra è un attacco mascherato all'unità di Italia. Se così non fosse, sapete dirmi dove sono i finiti i #LEP, livelli essenziali di prestazioni, ancora essenziale di equità sociale e territoriale in un sistema federalista, come quello proposto?
Tra federalismo è colonialismo la differenza è proprio nei lep, mai implementati e oggi addirittura spariti dal dibattito.
Noi come Partito del Sud diciamo NO all'autonomia differenziata e ci contrapporremo a questa legge criminale, anche andando contro all'intero arco parlamentare!
Ne va del futuro dei cittadini meridionali.
LA NUOVA QUESTIONE MERIDIONALE ESISTE E QUESTA NON È UNA STERILE RIVENDICAZIONE...come affermò Draghi il 30 marzo scorso.
Ora stanno passando dalle parole ai fatti. Fermiamoli!




.



sabato 18 giugno 2022

PACE E DIRITTI

Di Antonio Luongo

Nel nostro paese c'è assoluto bisogno di riscrivere i confini e i contenuti di un'identità progressista. La giornata nazionale del rifugiato è stata occasione per ribadirlo.

La manifestazione di ieri, cui ho partecipato insieme al Partito del Sud , all'ex sindaco Luigi de Magistris, al Partito della Rifondazione Comunista ed altri movimenti, in quest'ottica ha un altissimo significato valoriale.
L'accoglienza è universale. Non si può ricordarsene solo per chi ha gli occhi azzurri e i capelli biondi!
L'accoglienza non può essere strumentalizzata alle esigenze partitiche del momento.
Esiste la possibilità di scrivere un'altra'Italia che ha nella solidarietà tra popoli e tra individui in una comunità la sua stella polare e non dà la priorità al dogma del mercato e alla santificazione della speculazione del profitto a qualunque costo.
Si possono riempire le piazze gridando NO alla Guerra, NO ai razzismi. Si può proporre una visione aperta e "mediterranea" della vita.
Le forze presenti oggi sia nel Parlamento nazionale che a livello locale stanno riuscendo abilmente ad addormentare la coscienza civica e a scardinare lentamente gli ultimi pilastri di welfare e stato sociale. Il governo tecnico di Draghi è il mandante occulto di un ritorno al passato che altro non faŕà che spianare la strada alle destre, a stretto giro.
Con lo spauracchio dei finanziamenti del PNRR si sta zavorrando il paese con scelte filo conservatrici e lobbystiche
A Napoli ne possiamo osservarne una declinazione plastica, con una giunta telecomandata, orientata a sviluppare una controrivoluzione sia culturale che economica, totalmente scollegata dalle esigenze delle persone.
Fermiamoli e cambiamo questo destino scritto dall'alto.









 




.







Leggi tutto »

Di Antonio Luongo

Nel nostro paese c'è assoluto bisogno di riscrivere i confini e i contenuti di un'identità progressista. La giornata nazionale del rifugiato è stata occasione per ribadirlo.

La manifestazione di ieri, cui ho partecipato insieme al Partito del Sud , all'ex sindaco Luigi de Magistris, al Partito della Rifondazione Comunista ed altri movimenti, in quest'ottica ha un altissimo significato valoriale.
L'accoglienza è universale. Non si può ricordarsene solo per chi ha gli occhi azzurri e i capelli biondi!
L'accoglienza non può essere strumentalizzata alle esigenze partitiche del momento.
Esiste la possibilità di scrivere un'altra'Italia che ha nella solidarietà tra popoli e tra individui in una comunità la sua stella polare e non dà la priorità al dogma del mercato e alla santificazione della speculazione del profitto a qualunque costo.
Si possono riempire le piazze gridando NO alla Guerra, NO ai razzismi. Si può proporre una visione aperta e "mediterranea" della vita.
Le forze presenti oggi sia nel Parlamento nazionale che a livello locale stanno riuscendo abilmente ad addormentare la coscienza civica e a scardinare lentamente gli ultimi pilastri di welfare e stato sociale. Il governo tecnico di Draghi è il mandante occulto di un ritorno al passato che altro non faŕà che spianare la strada alle destre, a stretto giro.
Con lo spauracchio dei finanziamenti del PNRR si sta zavorrando il paese con scelte filo conservatrici e lobbystiche
A Napoli ne possiamo osservarne una declinazione plastica, con una giunta telecomandata, orientata a sviluppare una controrivoluzione sia culturale che economica, totalmente scollegata dalle esigenze delle persone.
Fermiamoli e cambiamo questo destino scritto dall'alto.









 




.







Natale Cuccurese: “Col Governo dei ‘migliori’ riesplode il divario Nord-Sud e ci si avvia verso la balcanizzazione del Paese”

 Giorno dopo giorno, la costruzione dell’Italia post-pandemica e post-bellica prende sempre più corpo. E vista da Sud non è un’Italia, così come vorrebbe la Costituzione, incentrata sulla solidarietà, sull’equità e sull’uguaglianza dei diritti, Vista da Sud, invece, è la solita Italia matrigna che distingue tra “figli” residente al Nord e “figliastri” residenti al Sud.

Di recente, è tornato sull’argomento il Presidente del Partito del Sud Natale Cuccurese, che tramite i canali social ha osservato: “Col governo dei ‘migliori’ si continuano a drenare risorse nel Mezzogiorno per portarle al Nord. Infatti, le famiglie in povertà assoluta calano al Nord e aumentano al Sud. Intanto i partiti che sostengono Draghi sono pronti a far partire l’autonomia differenziata, un progetto che porterà presto alla balcanizzazione del Paese”.

Fonte: Vesuvianonews-articolo di Salvatore Lucchese


.


Leggi tutto »

 Giorno dopo giorno, la costruzione dell’Italia post-pandemica e post-bellica prende sempre più corpo. E vista da Sud non è un’Italia, così come vorrebbe la Costituzione, incentrata sulla solidarietà, sull’equità e sull’uguaglianza dei diritti, Vista da Sud, invece, è la solita Italia matrigna che distingue tra “figli” residente al Nord e “figliastri” residenti al Sud.

Di recente, è tornato sull’argomento il Presidente del Partito del Sud Natale Cuccurese, che tramite i canali social ha osservato: “Col governo dei ‘migliori’ si continuano a drenare risorse nel Mezzogiorno per portarle al Nord. Infatti, le famiglie in povertà assoluta calano al Nord e aumentano al Sud. Intanto i partiti che sostengono Draghi sono pronti a far partire l’autonomia differenziata, un progetto che porterà presto alla balcanizzazione del Paese”.

Fonte: Vesuvianonews-articolo di Salvatore Lucchese


.


martedì 14 giugno 2022

DOMANI A NAPOLI: BENI IN COMUNE. Presentazione della Mozione di difesa dei Beni dei Cittadini di Napoli.

Domani, 15 giugno dalle 17,00, nei locali dell'Istituto Italiano degli Studi Filosofici a Napoli, presentazione della Mozione di difesa dei Beni dei Cittadini di Napoli. 

Interverrà Andrea Balia per il Partito del Sud - Meridionalisti Progressisti







.




.

Leggi tutto »

Domani, 15 giugno dalle 17,00, nei locali dell'Istituto Italiano degli Studi Filosofici a Napoli, presentazione della Mozione di difesa dei Beni dei Cittadini di Napoli. 

Interverrà Andrea Balia per il Partito del Sud - Meridionalisti Progressisti







.




.

domenica 12 giugno 2022

DE LUCA E MANFREDI: VI ABBIAMO SGAMATO!

Di Antonio Luongo

Ieri si sono tenuti gli stati generali dell'ambiente in Campania, con Bonavitacola, braccio destro di De Luca e deus ex macchina della legge regionale 15/2015 sul riordino del servizio idrico in Regione Campania.
1️⃣ Guarda caso tra gli ospiti con diritto di parola c'erano i rappresentanti della }#Gori e della #Suez.
2️⃣Guarda caso nessuno spazio è stato previsto per i comitati dell'acqua pubblica. In segno di dissenso sono stato in corteo, in rappresentanza del Partito del Sud, da piazza Municipio fino alla Stazione Marittima e solo dopo reiterate proteste siamo riusciti a far avere udienza ad una piccola delegazione guidata da padre Alex Zanotelli. Un evidente atteggiamento di disprezzo del governatore regionale e dei suoi sodali verso i cittadini...come se la gestione dell'acqua fosse "COSA LORO".
3️⃣Guarda caso per la prima volta nella storia del Comune di Napoli , sia in epoca Arin, che in epoca Abc Napoli , il direttore generale della municipalizzata per la gestione della rete idrica napoletana, non sarà scelto in house, tra le risorse umane disponibili.
La scelta spetta al sindaco Manfredi e stavolta avverrà tramite una selezione aperta agli esterni.
Nonostante la presenza di personale con un know how specifico, una conoscenza profonda dell'azienda e dei suoi problemi trasversalmente riconosciuta.
Nonostante la fase critica delle casse comunali.
Guarda caso tra i candidati papabili vi sono personaggi storicamente vicini alla Gori SpA e ACEA SpA
➡️Se tre indizi fanno una prova, cari De Luca, Bonavitacola e Manfredi, vi abbiamo sgamato!
Non si spiegherebbe altrimenti l'ansia di chiudersi nelle segrete stanze da mesi e il rifiuto categorico per qualsiasi forma di confronto con la cittadinanza, su una materia essenziale come la gestione dell'acqua.
A #Napoli la gestione dell'acqua è pubblica e tale deve restare, come stabilito dalla volontà popolare di 26 milioni di persone nei referendum del 2011. Basta giochini!
E ai consiglieri comunali che si sono riempiti la bocca di progresso e lotta alle disuguaglianze durante la campagna elettorale: sveglia!
Per scaldare le poltrone non c'è bisogno di sedere a Palazzo San Giacomo.










.








Leggi tutto »

Di Antonio Luongo

Ieri si sono tenuti gli stati generali dell'ambiente in Campania, con Bonavitacola, braccio destro di De Luca e deus ex macchina della legge regionale 15/2015 sul riordino del servizio idrico in Regione Campania.
1️⃣ Guarda caso tra gli ospiti con diritto di parola c'erano i rappresentanti della }#Gori e della #Suez.
2️⃣Guarda caso nessuno spazio è stato previsto per i comitati dell'acqua pubblica. In segno di dissenso sono stato in corteo, in rappresentanza del Partito del Sud, da piazza Municipio fino alla Stazione Marittima e solo dopo reiterate proteste siamo riusciti a far avere udienza ad una piccola delegazione guidata da padre Alex Zanotelli. Un evidente atteggiamento di disprezzo del governatore regionale e dei suoi sodali verso i cittadini...come se la gestione dell'acqua fosse "COSA LORO".
3️⃣Guarda caso per la prima volta nella storia del Comune di Napoli , sia in epoca Arin, che in epoca Abc Napoli , il direttore generale della municipalizzata per la gestione della rete idrica napoletana, non sarà scelto in house, tra le risorse umane disponibili.
La scelta spetta al sindaco Manfredi e stavolta avverrà tramite una selezione aperta agli esterni.
Nonostante la presenza di personale con un know how specifico, una conoscenza profonda dell'azienda e dei suoi problemi trasversalmente riconosciuta.
Nonostante la fase critica delle casse comunali.
Guarda caso tra i candidati papabili vi sono personaggi storicamente vicini alla Gori SpA e ACEA SpA
➡️Se tre indizi fanno una prova, cari De Luca, Bonavitacola e Manfredi, vi abbiamo sgamato!
Non si spiegherebbe altrimenti l'ansia di chiudersi nelle segrete stanze da mesi e il rifiuto categorico per qualsiasi forma di confronto con la cittadinanza, su una materia essenziale come la gestione dell'acqua.
A #Napoli la gestione dell'acqua è pubblica e tale deve restare, come stabilito dalla volontà popolare di 26 milioni di persone nei referendum del 2011. Basta giochini!
E ai consiglieri comunali che si sono riempiti la bocca di progresso e lotta alle disuguaglianze durante la campagna elettorale: sveglia!
Per scaldare le poltrone non c'è bisogno di sedere a Palazzo San Giacomo.










.








venerdì 10 giugno 2022

A Catanzaro e Palermo Domenica 12 non sbagliare a votare....vota i candidati del Partito del Sud Meridionalisti Progressisti

Se vivi a Catanzaro o a Palermo Domenica 12 non sbagliare a votare....per il Partito del Sud Meridionalisti Progressisti a Catanzaro in lista "Insieme Osiamo" (candidato sindaco Francesco Di Lieto) scrivi e vota ANNA MARIA BUFFA ed ELIO ROTUNDO ...a Palermo in lista Rita Barbera sindaco scrivi e vota GIOVANNI MANISCALCO.







.






Leggi tutto »

Se vivi a Catanzaro o a Palermo Domenica 12 non sbagliare a votare....per il Partito del Sud Meridionalisti Progressisti a Catanzaro in lista "Insieme Osiamo" (candidato sindaco Francesco Di Lieto) scrivi e vota ANNA MARIA BUFFA ed ELIO ROTUNDO ...a Palermo in lista Rita Barbera sindaco scrivi e vota GIOVANNI MANISCALCO.







.






martedì 7 giugno 2022

A NAPOLI SABATO 11 GIUGNO CONVEGNO: "MEZZOGIORNO RISORSA POSSIBILE TRA DUE MONDI"

Sabato 11 giugno Natale Cuccurese, Presidente/Segretario del Partito del Sud - Meridionalisti Progressisti, sarà a Napoli per parlare di “guerra, crisi e #Mezzogiorno”. Quali saranno le conseguenze della crisi in corso per il #Sud.


Vi aspettiamo a questo Convegno organizzato da @ilPCI all’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino dalle ore 10.00









.

Leggi tutto »

Sabato 11 giugno Natale Cuccurese, Presidente/Segretario del Partito del Sud - Meridionalisti Progressisti, sarà a Napoli per parlare di “guerra, crisi e #Mezzogiorno”. Quali saranno le conseguenze della crisi in corso per il #Sud.


Vi aspettiamo a questo Convegno organizzato da @ilPCI all’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino dalle ore 10.00









.

 
[Privacy]
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Hot Sonakshi Sinha, Car Price in India