venerdì 22 aprile 2011

PUNTI DI PROGRAMMA DI LUIGI DE MAGISTRIS - ELEZIONI COMUNALI NAPOLI 2011

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

Il sottoscritto Luigi de Magistris, nato a Napoli il 20 giugno 1967, candidato alla carica di sindaco del Comune di Napoli per l'elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale che si svolgerà il 15/16 maggio 2011, presenta il seguente programma amministrativo:

RIFIUTI

Istituire un piano d'igiene ambientale che includa:

a) raccolta differenziata porta a porta in tutti i quartieri della città;

b) incentivi alla vendita di prodotti domestici alla spina;

c) creazione di una isola ecologica per municipalità.

ACQUA E BENI COMUNI

Abbandonare il ricorso a società di capitali per la gestione dell'acqua, che non va in alcun modo privatizzata. Garantire un governo condiviso dei beni comuni, legati all'erogazione dei servizi pubblici essenziali, che si realizzi attraverso il ricorso più esteso previsto dagli strumenti di democrazia deliberativa, disciplinati dal Testo Unico degli Enti Locali.

LAVORO

Difendere il lavoro e le attività produttive includendo l'istituzione di micro incubatoci d'impresa, agenzie di sviluppo locale e sportelli di micro credito, soprattutto per giovani e donne.

PARTECIPAZIONE

Approvare un nuovo statuto che preveda la convocazione del consiglio comunale allargato alla cittadinanza nella gestione dei beni comuni, il bilancio partecipato (redatto con tecniche aziendalistiche di contabilità analitica che includa il bilancio consolidato), il bilancio sociale e un piano di gestione ispirato ai principi dell' accountability.

POLITICHE SOCIALI

Realizzazione del progetto "Casa delle donne" attraverso la costruzione di quattro strutture, anche utilizzando immobili sottratti alla criminalità organizzata.

Istituire un Garante per le problematiche della disabilità e un Garante per la Salute dei cittadini. Maggiore attenzione alle fasce più deboli come gli anziani e i senza fissa dimora.

AMMINISTRAZIONE E TRASPARENZA

Riorganizzare la struttura amministrativa del Comune avendo come obiettivi efficacia, efficienza, trasparenza e partecipazione dei cittadini al procedimento, attraverso:

a) l'istituzione di un nucleo di valutazione collegiale, terzo e imparziale, indipendente dalla politica e dall' amministrazione;

b) tagli alle consulenze esterne e riqualificazione del personale interno attraverso la formazione;

c) accorpamento delle partecipate con la riduzione dei cda;

d) un piano di informatizzazione che punti alla completa gestione documentale elettronica in backoffice

(workflow management) e alla partecipazione e all'accesso dei cittadini in frontoffice.

Portare gli edifici pubblici ad una maggiore efficienza energetica, puntando, al risparmio e all'utilizzo delle energie rinnovabili (pannellizzazione degli edifici pubblici non sottoposti a vincolo artistico-architettonico). URBANISTICA

La realizzazione di un piano di sviluppo urbano che preveda:

a) sicurezza: potenziamento della dotazione di telecamere, includendo tavoli di ascolto con la cittadinanza per verificare la percezione relativa alla sicurezza urbana;

b) mobilità: potenziamento del trasporto pubblico, favorendo la mobilità sostenibile (car sharing, bike sharing), promuovendo tariffe speciali per le famiglie numerose e per quegli enti che implementano correttamente il Piano Spostamenti Casa Lavoro;

c) traffico: istituzione di ZTL estese, prevedendo il controllo elettronico dei varchi e delle corsie preferenziali, all'esterno delle ZTL.

Riqualificazione del patrimonio immobiliare della città e la rimodulazione delle concessioni.

Leggi tutto »

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

Il sottoscritto Luigi de Magistris, nato a Napoli il 20 giugno 1967, candidato alla carica di sindaco del Comune di Napoli per l'elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale che si svolgerà il 15/16 maggio 2011, presenta il seguente programma amministrativo:

RIFIUTI

Istituire un piano d'igiene ambientale che includa:

a) raccolta differenziata porta a porta in tutti i quartieri della città;

b) incentivi alla vendita di prodotti domestici alla spina;

c) creazione di una isola ecologica per municipalità.

ACQUA E BENI COMUNI

Abbandonare il ricorso a società di capitali per la gestione dell'acqua, che non va in alcun modo privatizzata. Garantire un governo condiviso dei beni comuni, legati all'erogazione dei servizi pubblici essenziali, che si realizzi attraverso il ricorso più esteso previsto dagli strumenti di democrazia deliberativa, disciplinati dal Testo Unico degli Enti Locali.

LAVORO

Difendere il lavoro e le attività produttive includendo l'istituzione di micro incubatoci d'impresa, agenzie di sviluppo locale e sportelli di micro credito, soprattutto per giovani e donne.

PARTECIPAZIONE

Approvare un nuovo statuto che preveda la convocazione del consiglio comunale allargato alla cittadinanza nella gestione dei beni comuni, il bilancio partecipato (redatto con tecniche aziendalistiche di contabilità analitica che includa il bilancio consolidato), il bilancio sociale e un piano di gestione ispirato ai principi dell' accountability.

POLITICHE SOCIALI

Realizzazione del progetto "Casa delle donne" attraverso la costruzione di quattro strutture, anche utilizzando immobili sottratti alla criminalità organizzata.

Istituire un Garante per le problematiche della disabilità e un Garante per la Salute dei cittadini. Maggiore attenzione alle fasce più deboli come gli anziani e i senza fissa dimora.

AMMINISTRAZIONE E TRASPARENZA

Riorganizzare la struttura amministrativa del Comune avendo come obiettivi efficacia, efficienza, trasparenza e partecipazione dei cittadini al procedimento, attraverso:

a) l'istituzione di un nucleo di valutazione collegiale, terzo e imparziale, indipendente dalla politica e dall' amministrazione;

b) tagli alle consulenze esterne e riqualificazione del personale interno attraverso la formazione;

c) accorpamento delle partecipate con la riduzione dei cda;

d) un piano di informatizzazione che punti alla completa gestione documentale elettronica in backoffice

(workflow management) e alla partecipazione e all'accesso dei cittadini in frontoffice.

Portare gli edifici pubblici ad una maggiore efficienza energetica, puntando, al risparmio e all'utilizzo delle energie rinnovabili (pannellizzazione degli edifici pubblici non sottoposti a vincolo artistico-architettonico). URBANISTICA

La realizzazione di un piano di sviluppo urbano che preveda:

a) sicurezza: potenziamento della dotazione di telecamere, includendo tavoli di ascolto con la cittadinanza per verificare la percezione relativa alla sicurezza urbana;

b) mobilità: potenziamento del trasporto pubblico, favorendo la mobilità sostenibile (car sharing, bike sharing), promuovendo tariffe speciali per le famiglie numerose e per quegli enti che implementano correttamente il Piano Spostamenti Casa Lavoro;

c) traffico: istituzione di ZTL estese, prevedendo il controllo elettronico dei varchi e delle corsie preferenziali, all'esterno delle ZTL.

Riqualificazione del patrimonio immobiliare della città e la rimodulazione delle concessioni.

1 commento:

Ugo Cosimo ha detto...

Sig.Sindaco,e togliamo una volta per tutte la piaga dei parcheggiatori abusivi che taglieggiano e ed estorgono danaro ai cittadini.
Siamo diventati lo zimbello d'Italia. Buon lavoro e forza Demagistris :D

 
[Privacy]
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Hot Sonakshi Sinha, Car Price in India