lunedì 13 novembre 2017

Natale Cuccurese a Bologna all'Assemblea Alleanza Popolare per la Democrazia e l'Uguaglianza.


https://www.youtube.com/watch?v=7Zs24iBScBE

L'intervento del Presidente Nazionale del Partito del Sud-Meridionalisti Progressisti il 10 Novembre a Bologna all'Assemblea programmatica per un'Alleanza Popolare per la Democrazia e l'Uguaglianza.




Leggi tutto »

https://www.youtube.com/watch?v=7Zs24iBScBE

L'intervento del Presidente Nazionale del Partito del Sud-Meridionalisti Progressisti il 10 Novembre a Bologna all'Assemblea programmatica per un'Alleanza Popolare per la Democrazia e l'Uguaglianza.




venerdì 10 novembre 2017

NO al fascismo NO alle mafie NO al razzismo - Il Partito del Sud di Roma c'è

Il Partito del Sud di Roma aderisce alla manifestazione organizzata da ANPI Roma e domani sabato 11 novembre, ore 10, sarà in Piazza Re di Roma insieme ad altri partiti, associazioni e movimenti antifascisti.

Il PdSUD aderisce anche alla manifestazione ad Ostia ed in generale partecipa a tutte le iniziative contro la violenza razzista e fascista che, dall'aggressione notturna vigliacca di una gang di balordi al venditore ambulante del Bangladesh alla oramai famosa testata al giornalista davanti alle telecamere da parte dell'amico mafioso dei neofascisti di CasaPound, negli ultimi giorni a Roma e provincia è pericolosamente in aumento e merita una risposta, democratica e popolare.



.
Leggi tutto »
Il Partito del Sud di Roma aderisce alla manifestazione organizzata da ANPI Roma e domani sabato 11 novembre, ore 10, sarà in Piazza Re di Roma insieme ad altri partiti, associazioni e movimenti antifascisti.

Il PdSUD aderisce anche alla manifestazione ad Ostia ed in generale partecipa a tutte le iniziative contro la violenza razzista e fascista che, dall'aggressione notturna vigliacca di una gang di balordi al venditore ambulante del Bangladesh alla oramai famosa testata al giornalista davanti alle telecamere da parte dell'amico mafioso dei neofascisti di CasaPound, negli ultimi giorni a Roma e provincia è pericolosamente in aumento e merita una risposta, democratica e popolare.



.

OGGI POMERIGGIO IL PARTITO DEL SUD INTERVERRÀ ALLE ASSEMBLEE PER LA DEMOCRAZIA E L'UGUAGLIANZA DI BOLOGNA E NAPOLI



Oggi 10 Novembre 2017 interverremo a Bologna, con il nostro Presidente Natale Cuccurese, e a Napoli, con il nostro Vicepresidente Andrea Balia,  alle Assemblee per un'Alleanza Popolare per la Democrazia e l'Uguaglianza.
Invitiamo per l'occasione tutti i nostri militanti e simpatizzanti in zona a presenziare.





Leggi tutto »


Oggi 10 Novembre 2017 interverremo a Bologna, con il nostro Presidente Natale Cuccurese, e a Napoli, con il nostro Vicepresidente Andrea Balia,  alle Assemblee per un'Alleanza Popolare per la Democrazia e l'Uguaglianza.
Invitiamo per l'occasione tutti i nostri militanti e simpatizzanti in zona a presenziare.





giovedì 9 novembre 2017

Un po’ di cose sono successe, adesso però ci vuole un progetto di Paese !

Evabbè bisognava fare la Legge Elettorale, è stata fatta, una schifezza, ma è stata fatta e con quella si voterà. Bisognava votare in Sicilia, si è votato, e adesso ? Ci vogliamo chiedere se la nazionale andrà o no ai mondiali oppure vogliamo provare a  fare qualcosa di diverso ? Qualcosa di sinistra…
E qualcuno dice di fare una lista civica, qualcun altro una lista unica di sinistra, qualcun altro una lista unica civica e di sinistra. Qualcun altro si porta avanti con il lavoro e dice di avere un leader.
Qualcun altro dice che la lista si costruisce dal basso, qualcun altro dice “non scherziamo”, ma alla fine di tutto ciò qual’è il sogno, il cambiamento che prospettiamo agli italiani ?
Ci sono bozze di programma qua e là è vero, ma abbiamo bisogno di idee e progetti realizzabili che entrino radicalmente nella vita degli italiani.
La politica si deve occupare della vita dei propri concittadini, si deve occupare delle ansie, delle paure, ma anche dei loro progetti e dei loro sogni. E queste cose devono essere concrete, tangibili, quasi visibili davanti ai propri occhi. Il progetto che va proposto al Paese deve essere realizzabile, ma anche di rottura con qualsiasi politica degli ultimi 30 anni, tutte uguali a sé stesse con qualche sfumatura retorica diversa e niente più.
Questa “cosa 4″ che si va a costruire, cosa deve essere se non un bel gruppo (cospicuo mi auguro) di italiani e di abitanti di questa bellissima terra che si mettono insieme per realizzare il sogno di un’Italia efficiente, giusta ed uguale.
I partiti di sinistra devono lavorare a un progetto comune, non necessariamente a una lista… Il progetto guarda lontano, una lista guarda a tre/quattro mesi. Il progetto disegna un Paese e il suo futuro, una lista disegna nella migliore delle ipotesi un parlamento, nella peggiore una poltrona da deputato o senatore.
Vogliamo guardare al dito o alla luna ? Mi piacerebbe saperlo !
Un progetto di sinistra deve dare voce alle diversità, alle ricchezze che in esso vi sono e non amalgamare tutto in un immenso “potage” indistinto e forse anche incomprensibile da parte di chi dovrebbe votarlo.  Al posto del potage sarebbe meglio un minestrone con caratteristiche precise (essere di sinistra e progressisti e avere un progetto) dove però i sapori e le ricchezze di ogni singolo ingrediente vengano esaltati e non nascosti.
Ogni movimento, ogni partito, ogni gruppo, ogni singolo,  ha dentro di sé valori e istanze comuni a tutti gli altri, ma anche valori e istanze diversi e perciò arricchenti.
Perché arrovellarci sulla formula finale (la lista) e non sul progetto che vorremmo e potremmo realizzare in caso di vittoria, ma anche in caso di una buona affermazione.
Io penso ad esempio che in tema di lotta alle disuguaglianze in una forza di sinistra, in un progetto di sinistra debba essere presente una buona dose di “meridionalismo progressista”, perché noi abbiamo il dovere di rispondere a una parte di questo Paese che non è rappresentata e cioè il sud. Questa cosa non la dico certo per offendere o colpire i tanti deputati del sud eletti e che pure provano ogni giorno a lavorare per la propria terra o per il proprio collegio elettorale, la dico perché c’è bisogno di un gruppo politico o di persone all’interno di questo grande progetto di sinistra che abbiano nel DNA, nella formazione e nella sensibilità il meridionalismo progressista nato da Gramsci, Salvemini, Dorso.
Se non ce l’hai nel sangue, con tutta la buona volontà lavori per piccoli traguardi tutti scollegati tra loro e non per una grande progetto Sud all’interno di un grande progetto per un Paese nuovo, plurale e progressista. Un progetto che parli un linguaggio che sappia entusiasmare i giovani, che sappia guardare ai più deboli, a tutti i sud d’Italia, ma anche a tutti sud d’Europa e del Mondo. Un progetto che metta al centro l’uomo e le sue istanze, i popoli e i loro diritti e non dimenticando mai i doveri di ciascuno verso la collettività.
Se non riusciamo a dare voce e a far emergere tutte le diversità e le ricchezze di questo progetto affogheremo in un amalgama nel quale ognuno proverà ad affogare per ultimo.
Michele Dell’Edera
Vicepresidente Nazionale del Partito del Sud – Meridionalisti Progressisti.

.
Leggi tutto »
Evabbè bisognava fare la Legge Elettorale, è stata fatta, una schifezza, ma è stata fatta e con quella si voterà. Bisognava votare in Sicilia, si è votato, e adesso ? Ci vogliamo chiedere se la nazionale andrà o no ai mondiali oppure vogliamo provare a  fare qualcosa di diverso ? Qualcosa di sinistra…
E qualcuno dice di fare una lista civica, qualcun altro una lista unica di sinistra, qualcun altro una lista unica civica e di sinistra. Qualcun altro si porta avanti con il lavoro e dice di avere un leader.
Qualcun altro dice che la lista si costruisce dal basso, qualcun altro dice “non scherziamo”, ma alla fine di tutto ciò qual’è il sogno, il cambiamento che prospettiamo agli italiani ?
Ci sono bozze di programma qua e là è vero, ma abbiamo bisogno di idee e progetti realizzabili che entrino radicalmente nella vita degli italiani.
La politica si deve occupare della vita dei propri concittadini, si deve occupare delle ansie, delle paure, ma anche dei loro progetti e dei loro sogni. E queste cose devono essere concrete, tangibili, quasi visibili davanti ai propri occhi. Il progetto che va proposto al Paese deve essere realizzabile, ma anche di rottura con qualsiasi politica degli ultimi 30 anni, tutte uguali a sé stesse con qualche sfumatura retorica diversa e niente più.
Questa “cosa 4″ che si va a costruire, cosa deve essere se non un bel gruppo (cospicuo mi auguro) di italiani e di abitanti di questa bellissima terra che si mettono insieme per realizzare il sogno di un’Italia efficiente, giusta ed uguale.
I partiti di sinistra devono lavorare a un progetto comune, non necessariamente a una lista… Il progetto guarda lontano, una lista guarda a tre/quattro mesi. Il progetto disegna un Paese e il suo futuro, una lista disegna nella migliore delle ipotesi un parlamento, nella peggiore una poltrona da deputato o senatore.
Vogliamo guardare al dito o alla luna ? Mi piacerebbe saperlo !
Un progetto di sinistra deve dare voce alle diversità, alle ricchezze che in esso vi sono e non amalgamare tutto in un immenso “potage” indistinto e forse anche incomprensibile da parte di chi dovrebbe votarlo.  Al posto del potage sarebbe meglio un minestrone con caratteristiche precise (essere di sinistra e progressisti e avere un progetto) dove però i sapori e le ricchezze di ogni singolo ingrediente vengano esaltati e non nascosti.
Ogni movimento, ogni partito, ogni gruppo, ogni singolo,  ha dentro di sé valori e istanze comuni a tutti gli altri, ma anche valori e istanze diversi e perciò arricchenti.
Perché arrovellarci sulla formula finale (la lista) e non sul progetto che vorremmo e potremmo realizzare in caso di vittoria, ma anche in caso di una buona affermazione.
Io penso ad esempio che in tema di lotta alle disuguaglianze in una forza di sinistra, in un progetto di sinistra debba essere presente una buona dose di “meridionalismo progressista”, perché noi abbiamo il dovere di rispondere a una parte di questo Paese che non è rappresentata e cioè il sud. Questa cosa non la dico certo per offendere o colpire i tanti deputati del sud eletti e che pure provano ogni giorno a lavorare per la propria terra o per il proprio collegio elettorale, la dico perché c’è bisogno di un gruppo politico o di persone all’interno di questo grande progetto di sinistra che abbiano nel DNA, nella formazione e nella sensibilità il meridionalismo progressista nato da Gramsci, Salvemini, Dorso.
Se non ce l’hai nel sangue, con tutta la buona volontà lavori per piccoli traguardi tutti scollegati tra loro e non per una grande progetto Sud all’interno di un grande progetto per un Paese nuovo, plurale e progressista. Un progetto che parli un linguaggio che sappia entusiasmare i giovani, che sappia guardare ai più deboli, a tutti i sud d’Italia, ma anche a tutti sud d’Europa e del Mondo. Un progetto che metta al centro l’uomo e le sue istanze, i popoli e i loro diritti e non dimenticando mai i doveri di ciascuno verso la collettività.
Se non riusciamo a dare voce e a far emergere tutte le diversità e le ricchezze di questo progetto affogheremo in un amalgama nel quale ognuno proverà ad affogare per ultimo.
Michele Dell’Edera
Vicepresidente Nazionale del Partito del Sud – Meridionalisti Progressisti.

.

Il vero problema




di Andrea Balìa

Diritti che se ne vanno a far benedire…vedi il Jobs Act e l’abolizione dell’articolo 18, e ora questo tran tran sulle pensioni che dovrebbero scattare a 67 anni anche per le donne.
Poi fai un po’ di ricerca e scopri che entrambi i sessi in Svezia vanno a 61, che in Austria le donne a 60, e che anche in Croazia, assieme ad altri paesi, stanno messi meglio di noi. Ma allora vorresti il meglio? La considerazione è anche lecita…no..ma in Germania il tetto è a 64,5…insomma siamo il fanalino di coda del peggio. Si, ma la vita s’allunga..altra teoria a sostegno della modifica. Risposta : ma s’allunga solo in Italia? E sempre a sostegno di questa modifica peggiorativa c’è la giustificazione che non si possono sforare i conteggi e le finanze destinate in merito. E qua casca l’asino…il vero problema è la REDISTRIBUZIONE DELLA RICCHEZZA! 
Vero vulnus d’eguaglianza che anche la Sinistra fa fatica a mettere a centro delle sue teorie, proposte e richieste. I soldi vanno presi dove sono male o eccessivamente allocati. Punto! Identico problema per le esigenze del Sud. Parolina che deve diventare il vero mantra della Sinistra, in ispecie del nascente (a fatica) Quarto Polo. Bisogna entrare nel merito delle esigenze vere e nei ritardi in cui è costretto il Meridione. Infrastrutture, povertà vera, fuga dei giovani con conseguente desertificazione,ecc…ecc..Vanno anche bene le giornate e le lapidi della memoria d’un sudismo nostalgico, sponsorizzato strumentalmente da un populismo pentastellato, ma il problema reale è altresì : ”la memoria e presa d’atto del presente”, e proporre, battersi e risolvere. 
Gramsci insegna e la Sinistra ha il maestro in casa, come giustamente sostiene e cerca di sensibilizzare un sano meridionalismo progressista. Quindi coraggio! Si crei e si porti avanti un’organizzazione politica che abbia al centro delle sue battaglie e proposte il concetto (quello vero) d’uguaglianza,che contiene i diritti dei lavoratori,un’equa età pensionabile e il Sud.





.


.
Leggi tutto »



di Andrea Balìa

Diritti che se ne vanno a far benedire…vedi il Jobs Act e l’abolizione dell’articolo 18, e ora questo tran tran sulle pensioni che dovrebbero scattare a 67 anni anche per le donne.
Poi fai un po’ di ricerca e scopri che entrambi i sessi in Svezia vanno a 61, che in Austria le donne a 60, e che anche in Croazia, assieme ad altri paesi, stanno messi meglio di noi. Ma allora vorresti il meglio? La considerazione è anche lecita…no..ma in Germania il tetto è a 64,5…insomma siamo il fanalino di coda del peggio. Si, ma la vita s’allunga..altra teoria a sostegno della modifica. Risposta : ma s’allunga solo in Italia? E sempre a sostegno di questa modifica peggiorativa c’è la giustificazione che non si possono sforare i conteggi e le finanze destinate in merito. E qua casca l’asino…il vero problema è la REDISTRIBUZIONE DELLA RICCHEZZA! 
Vero vulnus d’eguaglianza che anche la Sinistra fa fatica a mettere a centro delle sue teorie, proposte e richieste. I soldi vanno presi dove sono male o eccessivamente allocati. Punto! Identico problema per le esigenze del Sud. Parolina che deve diventare il vero mantra della Sinistra, in ispecie del nascente (a fatica) Quarto Polo. Bisogna entrare nel merito delle esigenze vere e nei ritardi in cui è costretto il Meridione. Infrastrutture, povertà vera, fuga dei giovani con conseguente desertificazione,ecc…ecc..Vanno anche bene le giornate e le lapidi della memoria d’un sudismo nostalgico, sponsorizzato strumentalmente da un populismo pentastellato, ma il problema reale è altresì : ”la memoria e presa d’atto del presente”, e proporre, battersi e risolvere. 
Gramsci insegna e la Sinistra ha il maestro in casa, come giustamente sostiene e cerca di sensibilizzare un sano meridionalismo progressista. Quindi coraggio! Si crei e si porti avanti un’organizzazione politica che abbia al centro delle sue battaglie e proposte il concetto (quello vero) d’uguaglianza,che contiene i diritti dei lavoratori,un’equa età pensionabile e il Sud.





.


.

venerdì 3 novembre 2017

VI° Congresso nazionale Partito del SUD: L'Organigramma Nazionale eletto



PRESIDENZA NAZIONALE (SEGRETARIO POLITICO NAZIONALE)
Natale Cuccurese

VICE PRESIDENZA NAZIONALE
Andrea Balia, Michele Dell'Edera


PRESIDENZA ONORARIA
Antonio Ciano


SEGRETERIA ORGANIZZATIVA NAZIONALE
Enzo Riccio 


CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE
Andrea Balia, Natale Cuccurese, Giovanni Cutolo,  Enzo Riccio, Antonio Ciano, Rosanna Gadaleta, Michele Dell'Edera, Emiddio de Franciscis di Casanova, Giuseppe Spadafora, Pino Lipari, Bruno Pappalardo, Michele Ammendola, Maurizio Criscitelli, Filippo Romeo, Antonio Rosato, Iolanda Siracusano, Ezio Spina, Giovanni Maniscalco

TESORIERE
Filippo Romeo


COMITATO GARANTI

Emiddio de Franciscis di Casanova, Pino Lipari, Antonio Rosato.


RESPONSABILI AREE TEMATICHE E PROGETTUALITA’

Michele Ammendola………………..................Rapporti con le Associazioni

Anna Maria Buffa..............................................Dipartimento Donne

Gigi Cappabianca…………………………….....Ambiente

Roberto Carucci.................................................Mobilità

Maurizio Criscitelli…………………......................Sport

Natale Cuccurese………………........................Lavoro ed Economia
.
Giovanni Cutolo e Andrea Balia…….............Cultura e Turismo

Michele Dell’Edera………………..................Comunicazione

Vincenzo Emilio...............................................Legalità

Bruno Pappalardo e Salvatore Cozzolino….....Patrimonio Artistico e Architettonico

Valentino Romano.............................................Ricerca Storica

Filippo Romeo…………………......................Tesoreria e Amministrazione

Antonio Rosato e Guglielmo Di Grezia………Difesa e Sicurezza

Iolanda Siracusano.............................................Ufficio Stampa

Ezio Spina……………………………….........Politiche Diverse Abilità




Leggi tutto »


PRESIDENZA NAZIONALE (SEGRETARIO POLITICO NAZIONALE)
Natale Cuccurese

VICE PRESIDENZA NAZIONALE
Andrea Balia, Michele Dell'Edera


PRESIDENZA ONORARIA
Antonio Ciano


SEGRETERIA ORGANIZZATIVA NAZIONALE
Enzo Riccio 


CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE
Andrea Balia, Natale Cuccurese, Giovanni Cutolo,  Enzo Riccio, Antonio Ciano, Rosanna Gadaleta, Michele Dell'Edera, Emiddio de Franciscis di Casanova, Giuseppe Spadafora, Pino Lipari, Bruno Pappalardo, Michele Ammendola, Maurizio Criscitelli, Filippo Romeo, Antonio Rosato, Iolanda Siracusano, Ezio Spina, Giovanni Maniscalco

TESORIERE
Filippo Romeo


COMITATO GARANTI

Emiddio de Franciscis di Casanova, Pino Lipari, Antonio Rosato.


RESPONSABILI AREE TEMATICHE E PROGETTUALITA’

Michele Ammendola………………..................Rapporti con le Associazioni

Anna Maria Buffa..............................................Dipartimento Donne

Gigi Cappabianca…………………………….....Ambiente

Roberto Carucci.................................................Mobilità

Maurizio Criscitelli…………………......................Sport

Natale Cuccurese………………........................Lavoro ed Economia
.
Giovanni Cutolo e Andrea Balia…….............Cultura e Turismo

Michele Dell’Edera………………..................Comunicazione

Vincenzo Emilio...............................................Legalità

Bruno Pappalardo e Salvatore Cozzolino….....Patrimonio Artistico e Architettonico

Valentino Romano.............................................Ricerca Storica

Filippo Romeo…………………......................Tesoreria e Amministrazione

Antonio Rosato e Guglielmo Di Grezia………Difesa e Sicurezza

Iolanda Siracusano.............................................Ufficio Stampa

Ezio Spina……………………………….........Politiche Diverse Abilità




giovedì 2 novembre 2017

VI° Congresso nazionale Partito del SUD: Rino Malinconico Segretario Campania Rifondazione Comunista

https://www.youtube.com/watch?v=3mhj8q0IbU8&feature=youtu.be



Leggi tutto »
https://www.youtube.com/watch?v=3mhj8q0IbU8&feature=youtu.be



martedì 31 ottobre 2017

VI Congresso Nazionale Partito del SUD: Intervento di Luigi De Magistris Sindaco di Napoli

https://www.youtube.com/watch?v=i0GpHFyFYtE&feature=youtu.be



Leggi tutto »
https://www.youtube.com/watch?v=i0GpHFyFYtE&feature=youtu.be



VI Congresso Nazionale Partito del SUD: L' intervento del Senatore Peppe De Cristofaro di Sinistra Italiana

https://www.youtube.com/watch?v=fjxqQj0EslU&t=10s



Leggi tutto »
https://www.youtube.com/watch?v=fjxqQj0EslU&t=10s



lunedì 30 ottobre 2017

VI° Congresso Nazionale del Partito del Sud, introduzioni e Manifesto programmatico.


https://www.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=7welsPUmcro&app=desktop






Leggi tutto »

https://www.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=7welsPUmcro&app=desktop






 
[Privacy]
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Hot Sonakshi Sinha, Car Price in India